Questo sito utilizza i cookie per migliorarne la consultazione. Come usiamo i cookie e come modificare le proprie impostazioni.

Il Consiglio adotta la sua posizione sul bilancio UE per il 2013

Il 24 luglio il Consiglio ha adottato la sua posizione sul progetto di bilancio UE per il 2013. I ministri hanno convenuto che l'aumento dei pagamenti non debba essere superiore al 2,79% rispetto al bilancio 2012.


© Fotolia 

In valori assoluti, la posizione del Consiglio ammonta a 132,70 miliardi di EUR in pagamenti (ossia gli importi effettivi che potrebbero essere corrisposti nel 2013) e a 149,78 miliardi di EUR in impegni (ossia gli obblighi di spesa, che non devono necessariamente essere corrisposti nel 2013, ma possono essere ripartiti su più esercizi finanziari).

Questi importi rappresentano un incremento di 3,61 miliardi di EUR in pagamenti e di 1,88 miliardi di EUR in impegni rispetto al bilancio 2012, ma una diminuzione rispettivamente di 5,23 miliardi di EUR e di 1,15 miliardi di EUR se raffrontati alla proposta della Commissione relativa al bilancio 2013.

La decisione è stata presa tenendo conto dei risultati dell'esecuzione del bilancio del passato e delle capacità realistiche di assorbimento, come pure della situazione attuale generale delle finanze pubbliche degli Stati membri.

Il Consiglio ha destinato l'incremento più significativo – + 6,71% in pagamenti – alla crescita sostenibile ("rubrica 1"). In questa rubrica, la parte più consistente è stata assegnata alla politica di coesione dell'UE (sottorubrica 1b), con un aumento dell'8,07%.

Un altro settore prioritario finanziato dal bilancio UE, secondo la posizione del Consiglio, è rappresentato dalle politiche dell'UE nel settore della libertà, sicurezza e giustizia, comprese le attività relative alle frontiere esterne e alla migrazione (con un aumento del 5% in pagamenti).

La posizione del Consiglio costituirà un mandato per la presidenza cipriota a negoziare il bilancio UE per il prossimo esercizio con il Parlamento europeo, che dovrebbe adottare emendamenti alla posizione del Consiglio nell'ottobre di quest'anno.
 

Per maggiori informazioni:
Comunicato stampa
Webcast della conferenza stampa (video)

Aiutaci a migliorare il sito

Hai trovato le informazioni che cercavi?

Sì    No


Cosa cercavi?

Hai suggerimenti?