Cosa fa il Consiglio dell'UE?

Negozia e adotta la normativa dell'UE

Il Consiglio dell'EU è un organo decisionale essenziale dell'UE.

Negozia e adotta gli atti legislativi, nella maggior parte dei casi insieme al Parlamento europeo, mediante la procedura legislativa ordinaria, nota anche come procedura di codecisione. La codecisione è utilizzata per i settori in cui l'UE ha competenza esclusiva o concorrente con gli Stati membri. In tali casi, il Consiglio legifera sulla base delle proposte presentate dalla Commissione europea.

Coordina le politiche degli Stati membri

Il Consiglio è responsabile del coordinamento delle politiche degli Stati membri in ambiti specifici, ad esempio:

  • le politiche economiche e di bilancio: il Consiglio coordina le politiche economiche e di bilancio degli Stati membri per rafforzare la governance economica nell'UE, controlla le politiche di bilancio e consolida il quadro di bilancio dell'UE; si occupa inoltre degli aspetti giuridici e pratici riguardanti l'euro, i mercati finanziari e i movimenti di capitali.
  • istruzione, cultura, gioventù e sport: il Consiglio adotta i quadri politici ed i piani di lavoro in tali settori, che stabiliscono le priorità per la cooperazione tra gli Stati membri e la Commissione.
  • politica occupazionale:  il Consiglio elabora orientamenti e raccomandazioni annuali destinati agli Stati membri, sulla scorta delle conclusioni del Consiglio europeo sulla situazione occupazionale nell'UE.

Elabora la politica estera e di sicurezza comune dell'UE

Il Consiglio definisce e attua la politica estera e di sicurezza dell'UE in base agli orientamenti stabiliti dal Consiglio europeo. Ciò comprende anche l'aiuto umanitario e allo sviluppo fornito dall'UE, la difesa e il commercio. Insieme all'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, il Consiglio assicura l'unità, la coerenza e l'efficacia dell'azione esterna dell'Unione. 

Conclude accordi internazionali

Il Consigliofornisce alla Commissione il mandato per negoziare a nome dell'UE accordi tra l'UE e paesi terzi e organizzazioni internazionali. Al termine dei negoziati, il Consiglio decide in merito alla firma e alla conclusione dell'accordo sulla scorta di una proposta della Commissione. Il Consiglio adotta inoltre la decisione finale relativa alla conclusione dell'accordo, una volta che il Parlamento europeo ha dato la sua approvazione (necessaria per i settori che sono soggetti alla codecisione) e che l'accordo è stato ratificato da tutti gli Stati membri dell'UE.

Gli accordi possono riguardare settori ampi, come il commercio, la cooperazione e lo sviluppo, o ambiti più ristretti, come i tessili, la pesca, le dogane, i trasporti, la scienza e la tecnologia, ecc. 

Adotta il bilancio dell'UE

Il Consiglio adotta il bilancio dell'UE insieme al Parlamento europeo.

L'esercizio finanziario copre un anno civile. Di norma è adottato a dicembre e inizia il 1º gennaio dell'anno successivo.