Conclusioni del Consiglio e risoluzioni

Consiglio dell'UE

Il Consiglio dell'UE negozia e adotta non solo atti giuridici ma anche documenti non intesi ad avere effetti giuridici, come conclusioni, risoluzioni e dichiarazioni. Il Consiglio utilizza tali documenti per esprimere una posizione politica su temi connessi alle attività dell'UE. Questi tipi di documenti fissano solo posizioni o impegni politici - non sono previsti dai trattati e non sono quindi giuridicamente vincolanti.

Altre istituzioni dell'UE procedono in modo analogo per esprimere la propria posizione. La Commissione, ad esempio, pubblica libri verdi per promuovere il dibattito su temi a livello dell'UE. I libri verdi invitano le pertinenti organizzazioni o le singole persone a discutere le proposte della Commissione, che possono in seguito diventare atti legislativi. Anche il Parlamento può elaborare risoluzioni e raccomandazioni sulle questioni di competenza dell'UE.

Conclusioni e risoluzioni 

Le conclusioni del Consiglio sono adottate a seguito di un dibattito durante una sessione del Consiglio. Possono contemplare una posizione politica su un tema specifico. È importante distinguere tra conclusioni del Consiglio e conclusioni della presidenza. Le conclusioni del Consiglio sono adottate dal Consiglio, mentre le conclusioni della presidenza esprimono soltanto la posizione della presidenza senza impegnare il Consiglio.

Le risoluzioni del Consiglio definiscono di solito i lavori futuri previsti in uno specifico settore di attività. Sono prive di effetti giuridici ma possono invitare la Commissione a presentare una proposta o ad adottare ulteriori misure. Se la risoluzione riguarda un settore non interamente di competenza dell'UE, assume la forma di "risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri".

Principali tipi di conclusioni e risoluzioni adottate dal Consiglio 

Le conclusioni e le risoluzioni sono utilizzate per diversi fini quali:

  • invitare uno Stato membro o un'altra istituzione dell'UE a intervenire su una questione specifica. Tali conclusioni sono spesso adottate in settori in cui l'UE è competente per sostenere, coordinare e completare l'azione, ad esempio in materia di salute o cultura;

  • chiedere alla Commissione di preparare una proposta su un tema specifico, come indica l'articolo 241 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE);

  • coordinare le azioni degli Stati membri. Si ricorre a queste conclusioni nei casi in cui il Consiglio porta avanti un obiettivo politico con una procedura di coordinamento flessibile. In tali casi le conclusioni o risoluzioni vengono elaborate allo scopo di fissare obiettivi o valutare i progressi compiuti;

  • indicare, nell'ambito della politica estera e di sicurezza comune (PESC) dell'UE, la posizione dell'UE su un determinato evento o paese. Esprimono una posizione politica o valutano un evento internazionale a nome dell'UE;

  • fissare una posizione coordinata tra l'UE e i suoi Stati membri nell'ambito delle organizzazioni internazionali. Il Consiglio può, ad esempio, elaborare conclusioni in vista della partecipazione dell'UE a consessi internazionali;

  • formulare osservazioni e presentare eventuali soluzioni a problemi individuati nelle relazioni speciali della Corte dei conti

Come lavora? 

Coreper

Il Coreper prepara i lavori di tutte le formazioni del Consiglio e si suddivide in due parti: Coreper I e Coreper II.

Prima dell'adozione, le conclusioni passano per tre livelli in sede di Consiglio:

  • gruppo
  • Comitato dei rappresentanti permanenti (Coreper)
  • formazione del Consiglio
  1. Prima di elaborare un progetto di conclusioni, la presidenza presenta a volte un documento di riflessione per esaminare la questione a livello di gruppo. 
  2. Sulla base della discussione, la presidenza del Consiglio, assistita di solito dal Segretariato generale del Consiglio (SGC), elabora un progetto di conclusioni. La responsabilità politica del progetto è della presidenza.
  3. Il gruppo si riunisce più volte per esaminare il documento. La discussione finale a livello di gruppo ha luogo circa 7-14 giorni prima dell'invio delle conclusioni al Coreper per un ulteriore esame.
  4. Il Coreper esamina il documento circa due settimane prima della sessione del Consiglio cercando di risolvere eventuali problemi in sospeso.
  5. La formazione del Consiglio pertinente adotta quindi il testo. Le conclusioni del Consiglio devono essere adottate per consenso da tutti gli Stati membri. Qualora i ministri non concordino con il testo, possono ancora essere apportate modifiche.
  6. In casi eccezionali, il Consiglio può non essere in grado di raggiungere un accordo sulle conclusioni. In tali casi, a volte il testo è adottato come "conclusioni della presidenza", che non richiedono l'accordo degli Stati membri.