Consiglio "Competitività"

Consiglio dell'UE

Il Consiglio "Competitività" si adopera per rafforzare la competitività e potenziare la crescita nell'UE. Si occupa di quattro importanti settori politici: mercato interno, industria, ricerca e innovazione, spazio.

Come lavora il Consiglio "Competitività"?

In funzione dell'ordine del giorno, il Consiglio "Competitività" riunisce i ministri competenti in materia di commercio, economia, industria, ricerca e innovazione e spazio di tutti gli Stati membri. Alle sessioni partecipano inoltre i pertinenti commissari europei.

Le sessioni si svolgono almeno quattro volte all'anno.

La politica della competitività in Europa

Nel suo ruolo di decisore, il Consiglio mira a rafforzare la competitività e la crescita dell'UE. E' attivo pertanto in una varietà di settori politici, quali il mercato interno, l'industria, la ricerca e l'innovazione, lo spazio.

Nell'ambito del mercato interno, il Consiglio è impegnato in quanto legislatore a rimuovere le barriere che ostacolano i flussi transfrontalieri di prodotti, manodopera, capitali e servizi.

Nel settore industriale, il Consiglio associa un approccio orizzontale, volto a integrare le questioni di politica industriale in tutte le altre politiche pertinenti dell'UE, con un approccio specifico che si occupa delle esigenze di ciascun settore.

Il Consiglio è impegnato nel miglioramento del contesto imprenditoriale, in particolare per le PMI. Tale obiettivo è ricercato attraverso l'attività di colegislatore su misure specifiche dirette alle PMI, quali il miglioramento dell'accesso ai finanziamenti, la semplificazione delle procedure amministrative e la promozione dell'innovazione.

In materia di ricerca, innovazione e spazio, il Consiglio mira a rafforzare la base scientifica e tecnologica dell'industria europea, rafforzando in tal modo la sua competitività internazionale e incoraggiando la crescita e l'occupazione. Il Consiglio collabora inoltre con l'Agenzia spaziale europea per sviluppare la politica spaziale europea.

Priorità del Consiglio "Competitività" durante la presidenza maltese

La presidenza maltese intende compiere progressi sui fascicoli legislativi relativi alla strategia per il mercato unico digitale, presentata nel maggio 2015, e la strategia per il mercato unico dei beni e dei servizi, presentata il 28 ottobre 2015.

Darà la priorità al pacchetto sul commercio elettronico e farà avanzare le discussioni concernenti la proposta di regolamento sulla portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online nel mercato interno. Porterà inoltre avanti le discussioni sulla riforma del diritto d'autore.

In aggiunta la presidenza maltese intende basarsi sui lavori svolti dalla presidenza slovacca riguardo alla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla cooperazione tra le autorità nazionali responsabili dell'esecuzione della normativa che tutela i consumatori, allo scopo di giungere a un orientamento generale.

La presidenza maltese intende inoltre raggiungere un accordo su conclusioni del Consiglio concernenti la strategia spaziale per l'Europa.