Consiglio "Economia e finanza" (ECOFIN)

Consiglio dell'UE

Il Consiglio "Economia e finanza" è responsabile della politica dell'UE in tre settori principali: politica economica, questioni relative alla fiscalità e regolamentazione dei servizi finanziari.

Come lavora il Consiglio ECOFIN?

Il Consiglio ECOFIN è composto dai ministri dell'economia e delle finanze di tutti gli Stati membri. Partecipano alle sue sessioni anche i pertinenti commissari europei.

Sono inoltre organizzate sessioni specifiche dell'ECOFIN per la preparazione del bilancio annuale dell'UE, cui partecipano i ministri del bilancio nazionali e il commissario europeo per la programmazione finanziaria e il bilancio.

L'ECOFIN si riunisce generalmente una volta al mese.

La politica in materia di economia e finanza

Eurogruppo

Eurogruppo - un organo informale che riunisce i ministri della zona euro per discutere di questioni legate all'euro

Il Consiglio "Economia e finanza", meglio noto come Consiglio ECOFIN, è responsabile della politica economica, delle questioni relative alla fiscalità, dei mercati finanziari e dei movimenti di capitali, nonché delle relazioni economiche con i paesi non appartenenti all'UE.

Prepara inoltre il bilancio annuale dell'UE e si occupa degli aspetti giuridici e pratici della moneta unica, l'euro.

Il Consiglio ECOFIN coordina le politiche economiche degli Stati membri, promuove la convergenza dei loro risultati economici e ne monitora le politiche di bilancio.

Coordina inoltre le posizioni dell'UE alle riunioni di livello internazionale, come quelle del G-20, del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale. È inoltre responsabile degli aspetti finanziari dei negoziati internazionali sulle misure per affrontare i cambiamenti climatici.

Priorità della presidenza estone

La presidenza estone si concentrerà sulla modernizzazione del sistema dell'IVA. Si adopererà per raggiungere un accordo politico sui progetti legislativi relativi alle pubblicazioni elettroniche e al meccanismo generalizzato di inversione contabile, nonché un accordo sui principali elementi della proposta IVA per il commercio elettronico. La presidenza avvierà anche discussioni sulle proposte relative al sistema IVA definitivo e alle aliquote IVA ridotte.

La presidenza estone intende effettuare l'analisi della revisione intermedia del piano d'azione per l'Unione dei mercati dei capitali, presentata dalla Commissione, e preparare le conclusioni del Consiglio.

Proseguendo i lavori sul pacchetto per la riduzione dei rischi, la presidenza estone porrà anche le basi per l'istituzione del sistema di assicurazione dei depositi. L'intento è quello di raggiungere un accordo politico con il Parlamento europeo sulle questioni più urgenti del pacchetto per la riduzione dei rischi. Per quanto riguarda le restanti parti del pacchetto, il suo obiettivo è raggiungere un orientamento generale in sede di Consiglio. Durante la sua presidenza, l'Estonia continuerà a lavorare al progetto del sistema europeo di assicurazione dei depositi.

La presidenza estone esaminerà inoltre con attenzione le proposte risultanti dalla revisione del regolamento sugli strumenti derivati OTC, le controparti centrali e i repertori di dati sulle negoziazioni. Proseguirà l'esame della proposta relativa alla comunicazione di informazioni sui meccanismi di elusione fiscale agli intermediari finanziari e intende lavorare alla creazione della lista comune UE dei paesi terzi non cooperativi.

Riguardo al bilancio dell'UE per il 2018, la presidenza estone intende raggiungere un accordo globale e tempestivo che tenga conto delle esigenze dell'UE e garantisca l'attuazione delle politiche.

In cooperazione con la prossima presidenza, che sarà esercitata dalla Bulgaria, la presidenza estone stabilirà il calendario di politica economica per il nuovo ciclo del semestre europeo.