La procedura legislativa ordinaria

Consiglio dell'UE

La procedura di codecisione è stata introdotta nel 1992 ed il suo utilizzo è stato ampliato nel 1999. Con l'adozione del trattato di Lisbona la codecisione è stata ribattezzata procedura legislativa ordinaria ed è diventata la principale procedura decisionale utilizzata per adottare la legislazione UE. Essa si applica a circa 85 settori politici.

Raggiungere un accordo

Il Consiglio ricorre a volte ad un "orientamento generale" per fornire al Parlamento un'idea della sua posizione sulla proposta legislativa presentata dalla Commissione.

Tale accordo politico è utilizzato di solito per accelerare la procedura legislativa e rendere più semplice il raggiungimento di un accordo in prima lettura tra il Parlamento e il Consiglio.

In breve

Legislatori: Consiglio dell'UE e Parlamento europeo

Diritto di iniziativa legislativa: Commissione europea

Elementi principali della procedura:

  1. La Commissione europea presenta una proposta al Consiglio e al Parlamento europeo.
  2. Il Consiglio e il Parlamento adottano una proposta legislativa, in prima o in seconda lettura.
  3. Se le due istituzioni non raggiungono un accordo dopo la seconda lettura, è convocato un comitato di conciliazione.
  4. Se il testo approvato dal comitato di conciliazione è accettabile per entrambe le istituzioni in terza lettura, l'atto legislativo è adottato.

Se una proposta legislativa è respinta in una fase della procedura o se il Parlamento e il Consiglio non giungono ad un compromesso, la proposta non è adottata e la procedura si conclude.

Base giuridica: articoli 289 e 294 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea