Archivi

Segretariato generale

Gli archivi del Consiglio raccolgono e trattano i documenti prodotti o ricevuti dal Consiglio dell'Unione europea nell'esercizio delle sue funzioni. Gli archivi riguardanti i fascicoli chiusi da più di 30 anni sono accessibili al pubblico.

Dettagli del fondo

I documenti sono in generale disponibili nelle lingue ufficiali dell'UE in uso al momento dell'elaborazione.

Il fondo d'archivio del Consiglio è ripartito secondo le varie fasi delle basi giuridiche dell'UE:

  • la Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA) come definita dal trattato di Parigi (1952) (fondo CM1)
  • la Comunità economica europea (CEE)  e la Comunità europea per l'energia atomica (CEEA) come definite dai trattati di Roma (1957) (fondo CM2)
  • l'Unione europea, dal trattato di Maastricht al trattato di Lisbona (fondo CM4)
  • l'Unione europea come definita dal trattato di Lisbona  (fondo CM8)

Il fondo comprende inoltre i fascicoli relativi ai negoziati intergovernativi, ossia:

  • i negoziati relativi ai trattati, come i trattati di Roma (fondo CM3)
  • i negoziati relativi all'allargamento dell'UE (fondo CM5)
  • i negoziati nell'ambito della convenzione di Yaoundé, della convenzione di Lomé e dell'accordo di Cotonou (fondo CM6)
  • i negoziati relativi allo Spazio economico europeo e ai consigli di associazione tra l'UE e i paesi terzi (fondo CM7)

Il fondo d'archivio del Consiglio è costituito principalmente dai processi verbali delle sessioni del Consiglio e dai fascicoli per le riunioni del Consiglio europeo, le riunioni del Coreper e degli altri comitati. Esso comprende altresì i fascicoli relativi al bilancio e all'elaborazione delle direttive, dei regolamenti e delle decisioni in un'ampia gamma di settori politici.

Accesso del pubblico

I fascicoli e i documenti che hanno più di 30 anni sono accessibili al pubblico. I documenti originali sono inviati agli archivi storici dell'UE, conservati presso l'Istituto universitario europeo a Firenze. Le microschede e/o le copie elettroniche dei documenti possono essere consultate presso gli archivi del Consiglio a Bruxelles.

Si applicano alcune eccezioni, ad esempio nel caso di documenti classificati o al fine di tutelare:

  • la vita privata e l'integrità dell'individuo
  • gli interessi commerciali, compresa la proprietà intellettuale

I fascicoli e i documenti  che hanno meno di 30 anni sono reperibili tramite il registro pubblico o presentando una richiesta di documento. 

Come contattare gli archivi

La "guida azzurra"  fornisce dettagli su contatti, accesso, ubicazione, disponibilità e struttura degli archivi dei ministeri degli affari esteri degli Stati membri e delle istituzioni dell'UE. 

Per un appuntamento, aiuto nella ricerca o domande sui fondi disponibili, contattare gli archivi del Consiglio:

  • Archivi centrali del Consiglio dell'Unione europea
     Rue de la Loi/Wetstraat 175
    B-1048 Bruxelles/Brussel
    Belgique/België
  • Tel.: +32 22819400
  • Inviare un'e-mail

Orario di apertura

Una sala di lettura è aperta ai visitatori dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 16.30. Si noti che tra le ore 12.00 e le ore 14.00 non vengono consegnati nuovi fascicoli.

Si prega di contattare gli archivi del Consiglio per prendere un appuntamento prima della visita.

La sala di lettura è situata a Bruxelles nel palazzo Justus Lipsius del Consiglio ed è accessibile attraverso l'entrata "Belliard".