Storia

Per saperne di più sugli eventi e i trattati che hanno plasmato il ruolo del Consiglio europeo, del Consiglio dell'UE, dell'Eurogruppo e del Vertice euro.

2008

12 ottobre

Nasce il Vertice euro 

Il presidente francese, Nicolas Sarkozy, propone una riunione periodica dei capi di Stato o di governo della zona euro. La prima riunione si tiene il 12 ottobre 2008. I vertici successivi si svolgono nel maggio 2010, nel marzo 2011, nel luglio 2011 e nell'ottobre 2011 a Bruxelles.

Le riunioni del Vertice euro contribuiscono a coordinare le politiche economiche della zona euro. Vi partecipano anche il presidente del Vertice euro e il presidente della Commissione europea. 

2012

1-2 marzo

Trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell'Unione economica e monetaria

Nella riunione del Consiglio europeo dell'1 e 2 marzo 2012, 25 leader europei firmano il trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell'Unione economica e monetaria.  

Il trattato entra in vigore il 1º gennaio 2013 e formalizza il Vertice euro. L'organizzazione del Vertice euro e il ruolo del suo presidente sono stabiliti all'articolo 12.

2013

14 marzo

Regole procedurali dei vertici euro

Il primo vertice euro dopo l’entrata in vigore del trattato sulla stabilità, sul coordinamento e sulla governance nell’Unione economica e monetaria si tiene il 14 marzo 2013. In tale occasione sono adottate le regole per l’organizzazione dei vertici euro.

2015

22 giugno

Vertice euro straordinario sulla Grecia

Il 22 giugno 2015 i leader dell'UE si riuniscono per uno scambio di opinioni sulla Grecia. Il presidente del Vertice euro Donald Tusk dichiara che le ultime proposte presentate dal governo greco vanno nella giusta direzione, ma che dovranno essere vagliate più in dettaglio dalle istituzioni dell'UE.

12 luglio

I leader della zona euro raggiungono un accordo sulla Grecia

Sono pronti ad avviare negoziati su un programma di assistenza finanziaria a favore della Grecia nell'ambito del meccanismo europeo di stabilità (MES), ma innanzitutto l'accordo deve essere approvato dal parlamento greco e da altri parlamenti nazionali. Al termine delle procedure a livello nazionale l’Eurogruppo porterà avanti i negoziati.