Eurogruppo, 22.4.2016

Eurogruppo
  • Eurogruppo
  • 22.4.2016
  • 09:00
  • Amsterdam

Principali risultati

Informazioni sulla riunione

Grecia: stato dei lavori

Le istituzioni e il ministro delle finanze greco Euclid Tsakalotos hanno informato l'Eurogruppo circa lo stato dei lavori dell'attuale primo riesame del programma di aggiustamento macroeconomico della Grecia.

Affinché sia completato il riesame, le istituzioni e le autorità greche dovrebbero raggiungere un accordo su un elenco completo di riforme strategiche che la Grecia deve attuare.

Malgrado nelle ultime settimane siano stati fatti progressi significativi, sono necessari ulteriori lavori in una serie di settori di intervento, tra cui la strategia di bilancio e il fondo per la privatizzazione.

L'Eurogruppo ha esortato le autorità greche a concordare rapidamente con le istituzioni il pacchetto di riforme, che dovrebbe riguardare anche questioni come le misure di emergenza e i prestiti in sofferenza.

L'Eurogruppo spera che sia possibile raggiungere un accordo nei prossimi giorni, nel qual caso è pronto a convocare una riunione straordinaria in cui concordare i prossimi passi verso il completamento del primo riesame.

Discussione tematica su crescita e occupazione: regimi nazionali di insolvenza

L'Eurogruppo ha proseguito lo scambio di pareri sui regimi nazionali di insolvenza e le relative modalità di applicazione, che presentano notevoli differenze tra i vari Stati membri della zona euro. La discussione si è tenuta conformemente alle raccomandazioni del Consiglio del 2015 e 2016 alla zona euro, formulate nel contesto del semestre europeo, l'esercizio annuale di coordinamento delle politiche dell'UE.

Regimi di insolvenza funzionanti sono indispensabili per affrontare l'eccessivo indebitamento e migliorare la capacità delle banche di accordare crediti all'economia. La questione è particolarmente rilevante per la zona euro, in quanto le singole economie tendono ad avere effetti di ricaduta.

I ministri hanno concordato una serie di principi comuni che potrebbero fungere da orientamento per migliorare tali regimi nazionali. I principi si concentrano principalmente sulla rapidità, la prevedibilità e l'efficacia in termini di costi di tali regimi.

Presentazione da parte del presidente del meccanismo di vigilanza unico (SSM)

Il presidente del meccanismo di vigilanza unico (SSM), Danièle Nouy, ha presentato la relazione annuale dell'SSM.

Ha inoltre riferito all'Eurogruppo in merito ai lavori in corso per armonizzare le possibilità di intervento sul piano della vigilanza e delle discrezionalità nazionali nel settore bancario della zona euro al fine di garantire una maggiore parità di condizioni.

Aggiornamento sulla sorveglianza di bilancio

La Commissione europea ha presentato i principali risultati delle notifiche pubblicate da Eurostat nell'aprile 2016 nell'ambito della procedura per i disavanzi eccessivi (PDE).

Nel 2015 i disavanzi pubblici e il debito pubblico nella zona euro ammontavano in media rispettivamente al 2,1% e al 90,7% del PIL.

I ministri delle finanze esamineranno ulteriormente la questione della sorveglianza di bilancio e le possibili azioni da intraprendere nei prossimi mesi nell'ambito della PDE alla luce delle prossime previsioni per la primavera 2016 della Commissione europea e della presentazione dei programma di stabilità e dei programmi nazionali di riforma da parte degli Stati membri nell'ambito del semestre europeo 2016.

Ultima modifica 6.6.2016