Eurogruppo, 20.2.2017

Eurogruppo
  • Eurogruppo
  • 20.2.2017
  • 15:00
  • Bruxelles

Principali risultati

Informazioni sulla riunione

Grecia: stato dei lavori

Le istituzioni (Commissione europea, Banca centrale europea, Fondo monetario internazionale e meccanismo europeo di stabilità) e il ministro delle finanze greco, Euclid Tsakalotos, hanno informato l'Eurogruppo in merito al secondo riesame del programma di aggiustamento economico della Grecia, nel cui ambito le principali questioni in sospeso includono la strategia di bilancio a medio termine (nel 2018 e oltre) e la riforma del mercato del lavoro.

L'Eurogruppo ha accolto con favore l'intesa comune raggiunta dalle autorità greche e dalle istituzioni, che permette alla missione di riesame di tornare ad Atene e riprendere i lavori in vista della conclusione di un accordo tecnico sulle riforme politiche nel contesto del secondo riesame del programma.

L'accordo tecnico è la condizione necessaria per un esito positivo dei riesami e, pertanto, per beneficiare di assistenza finanziaria.

Discussione tematica su crescita e occupazione: facilità del fare impresa

I ministri hanno condiviso le migliori prassi nazionali volte a creare condizioni favorevoli per fare impresa, attività che ha un considerevole impatto sul potenziale di crescita dell'economia. La discussione si è incentrata su questioni quali l'efficienza dei servizi pubblici nonché gli oneri amministrativi e regolamentari.

L'esito della discussione costituirà la base per il dibattito che l'Eurogruppo terrà sugli investimenti nell'aprile di quest'anno.

Previsioni economiche per la zona euro nel periodo 2017-2018

L'Eurogruppo ha proceduto a uno scambio di opinioni sulla situazione economica nella zona euro in seguito alle previsioni economiche d'inverno 2017 presentate dalla Commissione europea.

La ripresa della zona euro prosegue per il quarto anno consecutivo, con un PIL in crescita dell'1,7% alla fine del 2016. Il tasso di disoccupazione si è attestato al 9,6%, il livello più basso dal maggio 2009. Anche il disavanzo pubblico e il debito pubblico sono calati.

Stando alle previsioni, la ripresa economica nella zona euro è destinata a proseguire, nonostante siano aumentate le incertezze a livello di prospettive. Si prevede che la crescita del PIL reale raggiunga l'1,6% nel 2017 e l'1,8% nel 2018.

I ministri hanno globalmente condiviso l'analisi della Commissione europea.

Il consiglio dei governatori del meccanismo europeo di stabilità (MES), riunitosi a margine dell'Eurogruppo, ha rinominato Klaus Regling quale direttore esecutivo del MES per un secondo mandato quinquennale, che avrà inizio l'8 ottobre 2017.

Ultima modifica 21.2.2017