60º anniversario dei trattati di Roma, 25.3.2017

Consiglio europeo
  • Consiglio europeo
  • 25.3.2017
  • Roma
  • Presieduta da Donald Tusk

Informazioni per i media

In evidenza

I capi di Stato o di governo dell'UE si incontreranno a Roma il 25 marzo per celebrare il sessantesimo anniversario dei trattati di Roma. Sarà un'occasione per compiere una riflessione sullo stato dell'Unione europea e sul futuro del processo di integrazione. Si prevede che i leader adotteranno una dichiarazione in cui presenteranno collettivamente una visione per gli anni a venire.

"Sarà l'occasione per celebrare insieme la nostra Storia e tracciare un bilancio di sessant'anni di integrazione. Non ci nascondiamo che il momento storico al quale siamo confrontati esige una riflessione più profonda e concreta sulle sfide che l'Unione è chiamata a raccogliere a breve e a medio termine."

Il presidente Donald Tusk, il presidente del Consiglio dei ministri dell'Italia Paolo Gentiloni e il primo ministro di Malta Joseph Muscat nella lettera ai capi di Stato o di governo dell'UE

Preparativi in vista dell'anniversario

Visita a Roma

Una settimana prima delle celebrazioni il presidente Donald Tusk si è recato in visita a Roma, dove ha partecipato alla conferenza dei presidenti dei parlamenti dell'UE in occasione del sessantesimo anniversario dei trattati di Roma. Ha inoltre incontrato il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella.

"Con i trattati di Roma è cominciato un processo che ha riportato libertà e prosperità in molti paesi sia all'Est che all'Ovest", ha affermato Donald Tusk al Senato della Repubblica italiana il 17 marzo 2017, "e che ci ha aiutati a capire che, quando l'Europa è debole, anche i singoli paesi sono deboli. Se l'Europa è forte, i suoi Stati membri sono forti."

Riunione informale a Bruxelles

Venerdì 10 marzo i 27 leader si sono incontrati informalmente a Bruxelles per preparare il 60º anniversario dei trattati di Roma e hanno discusso i principali elementi della dichiarazione di Roma.

Il dibattito si è incentrato sul futuro dell'UE nonché sull'idea di un'Europa a più velocità.

"Quando si discutono i diversi scenari per l'Europa, il nostro obiettivo principale dovrebbe essere rafforzare la fiducia reciproca e l'unità tra i 27. Dopo il dibattito odierno posso affermare apertamente che tutti i 27 leader condividono tale obiettivo", ha dichiarato il presidente Tusk in occasione della conferenza stampa dopo la riunione.

Vertice di Malta

All'inizio di quest'anno, i 27 leader si sono anche incontrati a Malta per avviare i preparativi in vista dell'anniversario di Roma. Le discussioni hanno preso spunto dalla riflessione politica sul futuro dell'UE a 27 Stati membri, iniziata immediatamente dopo il voto del Regno Unito a favore dell'uscita dall'Unione europea (23 giugno 2016) e proseguita a Bratislava il 16 settembre 2016.

Programma

24.3.2017 Ore 15:30

(evento collaterale)

Incontro dei presidenti delle istituzioni UE con le parti sociali (sindacati e associazioni imprenditoriali), organizzato dal primo ministro italiano

Palazzo Chigi

Ore 18:00

(evento collaterale)

Papa Francesco riceve in udienza i capi di Stato e di governo dell'UE

Vaticano

25.3.2017 Ore 09:00

Arrivo

Campidoglio

Ore 10:00

Celebrazione del 60º anniversario dei trattati di Roma

Campidoglio

Ore 11:45

Cerimonia della firma della dichiarazione di Roma

Campidoglio

Ore 11:50

Foto di famiglia

Campidoglio

Ore 12:00

Conferenza stampa dei presidenti Donald Tusk, Jean-Claude Juncker e Antonio Tajani, del primo ministro Paolo Gentiloni e del primo ministro Joseph Muscat

Campidoglio

Ore 13:00

Colazione organizzata dal presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella

Quirinale

Ore 14:00

(evento collaterale)

Marcia per l'Europa 2017

Informazioni generali​

I trattati di Roma sono i trattati fondativi che hanno istituito la Comunità economica europea (CEE) e la Comunità europea dell'energia atomica (CEEA o Euratom), firmati il 25 marzo 1957 ed entrati in vigore il 1° gennaio 1958.

Con strutture istituzionali analoghe a quelle della Comunità europea del carbone e dell'acciaio (CECA), anche le nuove comunità erano composte da quattro istituzioni: una Commissione, un Consiglio e, in comune con la CECA, un'Assemblea e una Corte.

La prima sessione del Consiglio della CEE si è tenuta il 25 gennaio 1958 sotto la presidenza di Victor Larock, il ministro degli affari esteri belga.

Ultima modifica 20.3.2017