Consiglio “Affari esteri”, 19.5.2017

Consiglio dell'UE

Principali risultati

"Crediamo che investire nello sviluppo, nel mantenimento della pace, nell'aiuto umanitario e nei cambiamenti climatici sia una parte essenziale della nostra politica estera e di sicurezza"

Federica Mogherini, alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza

Consenso europeo in materia di sviluppo

Il Consiglio ha adottato un nuovo consenso europeo in materia di sviluppo, sotto forma di dichiarazione congiunta del Parlamento, del Consiglio e della Commissione, che definisce un nuovo quadro di cooperazione allo sviluppo per l'UE e i suoi Stati membri.

Il nuovo consenso europeo in materia di sviluppo è la risposta dell'UE all'Agenda 2030 dell'ONU per lo sviluppo sostenibile e un risultato fondamentale dell'UE a livello di Nazioni Unite. Definisce i principi fondamentali che guideranno l'approccio dell'UE e degli Stati membri alla cooperazione con tutti i paesi in via di sviluppo nei prossimi 15 anni, nonché una strategia per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG).

Crisi umanitarie

I ministri hanno discusso di come far fronte al deterioramento della situazione umanitaria in Africa, Yemen e Siria. Queste regioni sono attualmente confrontate a gravi crisi provocate dai conflitti nella Nigeria nordorientale, in Sud Sudan, Yemen e Siria, nonché dalla siccità in Somalia e, in misura minore, in alcune parti di Kenya ed Etiopia. Le crisi hanno dato luogo a una diffusa devastazione, uno sfollamento della popolazione, una grave insicurezza alimentare e nutrizionale e una carenza delle cure sanitarie essenziali.

Alla luce dei rischi posti da questa situazione, i ministri hanno discusso di possibili opzioni per far fronte alle esigenze umanitarie più urgenti ed evitare un'ulteriore recrudescenza delle crisi e hanno sottolineato l’importanza di soluzioni diplomatiche e politiche a sostegno della pace e della sicurezza.

Hanno inoltre esaminato possibili modi per migliorare il coordinamento tra gli strumenti di aiuto umanitario e allo sviluppo e le iniziative comuni efficaci in entrambi i settori e hanno adottato conclusioni che affrontano tale questione.

Relazioni UE-ACP dopo il 2020

I ministri hanno avuto uno scambio di opinioni sul futuro delle relazioni tra l'UE e gli Stati dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP), in vista della scadenza dell'accordo di Cotonou nel 2020.

La discussione si è svolta sulla base di una comunicazione congiunta della Commissione europea e dell'alto rappresentante Federica Mogherini, adottata il 22 novembre 2016, in particolare sulle opzioni proposte in merito ai tre aspetti principali: la struttura delle relazioni future, la natura del possibile accordo e la copertura geografica.

Informazioni sulla sessione

Consiglio "Affari esteri" (Sviluppo).

  • Sessione n° 3540
  • Bruxelles
  • 19.5.2017

Documenti preparatori

Documenti finali

Informazioni stampa

Contatti stampa

Addetto stampa
Tel. +32 (0)2 281 24 63
Cell. +32 (0)470 88 23 83

Per i non giornalisti: si prega di inviare le richieste al servizio Informazioni al pubblico.