Vertice UE-Africa, Bruxelles, 2-3.4.2014

Consiglio europeo
  • Consiglio europeo
  • 2-3.4.2014
  • Bruxelles

Il 4º vertice UE-Africa ha riunito oltre 60 leader dell'UE e africani e un totale di 90 delegazioni, per discutere le future relazioni UE-Africa e rafforzare i legami tra i due continenti.

Nella dichiarazione rilasciata in occasione del vertice, i leader hanno sottolineato il carattere stretto dei rapporti tra UE e Africa e i valori condivisi di democrazia, rispetto dei diritti umani, stato di diritto e buona governance, nonché il diritto allo sviluppo.

Pace e sicurezza

I leader hanno riconosciuto l'importanza della pace e della sicurezza come prerequisiti essenziali per lo sviluppo e la prosperità. In particolare, hanno confermato il loro impegno per lo sviluppo del dialogo politico sulla giustizia penale internazionale e sulla giurisdizione universale. I leader hanno inoltre espresso sostegno per l'aspirazione e l'impegno africani a garantire la pace e la stabilità in Africa e hanno convenuto di sostenere le capacità africane nel settore con tutti i mezzi possibili, con particolare attenzione alla creazione di capacità. I due continenti hanno convenuto di potenziare gli sforzi comuni per lottare contro il terrorismo internazionale e combattere la diffusione delle armi leggere.

Prosperità

I leader si sono impegnati a perseguire politiche volte a creare di posti di lavoro e a stimolare la crescita a lungo termine in entrambi i continenti. In particolare, i due continenti hanno convenuto di cooperare più strettamente nel settore della politica marittima. L'UE ha inoltre sottolineato il proprio impegno per il proseguimento del sostegno ai paesi africani nell'elaborazione di strategie di sviluppo resilienti ai cambiamenti climatici e a basse emissioni. I leader di entrambe le parti hanno sottolineato l'importanza di assicurare una gestione prudente e trasparente delle rispettive risorse naturali e un approvvigionamento responsabile dei minerali. La dichiarazione del vertice sottolinea altresì l'importanza di incoraggiare un aumento degli investimenti e lo sviluppo economico nei paesi e tra i paesi di entrambi i continenti, oltre a sviluppare i trasporti, l'accesso all'acqua potabile e a un'energia sostenibile e a prezzi accessibili.

Persone

Il vertice ha riconosciuto l'importanza di tutelare i diritti umani nei due continenti e ha confermato l'impegno comune a proseguire gli sforzi in vista del conseguimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio entro il 2015. Riguardo all'istruzione, i leader hanno convenuto di perseguire politiche volte a promuovere la creazione inclusiva di posti di lavoro con un'attenzione particolare a giovani e donne, e di promuovere programmi di scambio di studenti tra i due continenti e all'interno dell'Africa. Il vertice ha sottolineato la necessità di un approccio globale per affrontare il grave impatto sociale e umano della migrazione clandestina. I leader hanno ribadito l'impegno condiviso a lottare contro la tratta degli esseri umani e a garantire il rispetto dei diritti umani per tutti i migranti. Il vertice ha inoltre adottato una dichiarazione separata sulla migrazione e la mobilità.

Strategia comune Africa-UE e tabella di marcia

Il vertice ha anche confermato l'impegno dei due continenti in vista degli obiettivi contenuti nella strategia comune Africa-UE del 2007. Tuttavia, i leader hanno convenuto che l'attuazione della strategia comune dovrebbe essere ulteriormente migliorata e che la cooperazione dovrebbe basarsi su un approccio orientato ai risultati. Il vertice ha pertanto adottato una tabella di marcia per inquadrare le relazioni UE-Africa per il periodo 2014-2017. La tabella di marcia comprende cinque priorità fondamentali e settori di azione congiunta:

  • Pace e sicurezza
  • Democrazia, buona governance e diritti umani
  • Sviluppo umano
  • Sviluppo e crescita sostenibili ed inclusivi e integrazione continentale
  • Questioni globali ed emergenti

Per ciascuno di questi obiettivi, la tabella di marcia indica nel dettaglio azioni a livello interregionale, continentale o globale che si prevede avranno un impatto reale sulla popolazione dei due continenti.

Ordine del giorno

Le discussioni del vertice sono state incentrate sul tema "Investire nelle persone, nella prosperità e nella pace", con una sessione di lavoro dedicata a ciascuno dei tre settori.

Prima sessione di lavoro: Pace e sicurezza

La prima sessione di lavoro ha preso in considerazione questioni connesse alla pace e alla sicurezza. I leader hanno discusso dell'instabilità nella Repubblica centrafricana, nella Repubblica democratica del Congo, in Mali, in Sudan e in Somalia, e dell'impatto di questi conflitti in altri luoghi. Gli altri temi di discussione hanno incluso il sostegno allo sviluppo, le missioni di mantenimento della pace, il contrasto della proliferazione di armi leggere, la lotta contro il terrorismo, la sicurezza delle frontiere e la violenza sessuale contro le donne.

Seconda sessione di lavoro: Prosperità

Alcuni dei temi discussi in questa sessione sono stati gli scambi, gli investimenti, l'occupazione, le infrastrutture, la garanzia di approvvigionamenti energetici efficaci e affidabili in Africa e la gestione delle risorse naturali.

Terza sessione di lavoro: Persone

Le persone sono al centro del partenariato UE-Africa, e per questo motivo le strategie politiche devono offrire vantaggi ai cittadini. I temi discussi in questa sessione hanno incluso l'istruzione e la formazione, la povertà, i cambiamenti climatici, la salute, la migrazione e la mobilità.

Contesto

Il 4º vertice UE-Africa si è svolto a Bruxelles il 2 e 3 aprile 2014. Ha riunito i leader africani e dell'UE, nonché i leader delle istituzioni dell'UE e dell'Unione africana. I vertici precedenti si sono svolti al Cairo (2000), a Lisbona (2007) e a Tripoli (2010).

Eventi correlati

Una serie di importanti eventi correlati ha avuto luogo in preparazione del vertice UE-Africa del 2014. 

Riunione speciale ad alto livello sulla Repubblica centrafricana, 2 aprile 2014, Bruxelles (Belgio)

A margine del vertice UE-Africa, Herman Van Rompuy, il Segretario generale dell'ONU Ban Ki-moon, il presidente francese François Hollande, il presidente della Mauritania Abdel Aziz e numerosi leader africani ed europei hanno partecipato a una riunione speciale ad alto livello sulla Repubblica centrafricana.

Seminario ministeriale sul clima, 1º aprile 2014, Bruxelles (Belgio)

In occasione del vertice UE-Africa 2014, il commissario UE per l'azione per il clima Connie Hedegaard, il presidente della Conferenza ministeriale africana per l'ambiente (AMCEN) Binilith Mahenge e il commissario dell'Unione africana per l'economia rurale e l'agricoltura Rhoda Tumusiime hanno organizzato un seminario ministeriale sul clima a Bruxelles il 1º aprile 2014. 

Terzo vertice parlamentare panafricano-europeo, 31 marzo - 1º aprile 2014, Bruxelles (Belgio)

I due parlamenti si sono riuniti per preparare il contributo parlamentare al vertice UE-Africa. L'evento ha riunito 23 membri di ciascun parlamento per discutere i temi più urgenti delle relazioni UE-Africa, nonché i metodi per migliorare l'attuazione della strategia comune UE-Africa nel prossimo futuro.

Terzo vertice dei giovani Africa-Europa, 31 marzo - 1º aprile 2014, Bruxelles (Belgio)

L'evento ha riunito circa 70 rappresentanti dei giovani di entrambi i continenti per sviluppare una visione comune dei giovani e individuare specifiche iniziative giovanili cui dare seguito ed eventualmente da attuare nei prossimi anni.

Quinto forum commerciale UE-Africa, 31 marzo - 1º aprile 2014, Bruxelles (Belgio)

Il forum ha riunito circa 500 partecipanti, compresi rappresentanti del settore privato, imprenditori provenienti dall'Europa e dall'Africa e funzionari pubblici di entrambi i continenti. Ha offerto al settore privato una piattaforma di alto livello per impostare un dialogo costruttivo con i leader politici dell'UE e africani.

Riunione della rete UE-Africa degli attori economici e sociali interessati, 4 e 5 marzo 2014, Bruxelles (Belgio)

Questa riunione di due giorni, organizzata dal Comitato economico e sociale insieme ai partner africani, ha riunito rappresentanti dei datori di lavoro, dei lavoratori e di diversi gruppi di interesse (in particolare agricoltori e consumatori) dei due continenti. I partecipanti hanno discusso i temi più urgenti sulle due sponde del Mediterraneo, quali la disoccupazione giovanile, la sicurezza alimentare e la protezione sociale.

Seconda riunione ad alto livello del partenariato Africa-UE per l'energia, 12 e 13 febbraio 2014, Addis Abeba (Etiopia)

Questa riunione di due giorni del partenariato Africa-UE per l'energia ha visto la partecipazione di ministri africani ed europei, di commissari dell'UA e dell'UE, nonché di responsabili politici, di rappresentanti delle istituzioni regionali, delle organizzazioni internazionali, del settore bancario e finanziario, del settore privato, del mondo accademico, della società civile e dei media.

La riunione ha preso in esame la natura e i successi della cooperazione Africa-UE in materia di energia e le future sfide energetiche per i due continenti.

22º vertice dell'Unione africana, 21-31 gennaio 2014, Addis Abeba (Etiopia)

Il 22º vertice dell'Unione africana ha riunito i leader degli Stati membri dell'Unione africana. Ha inoltre costituito l'occasione per proclamare il 2014 Anno dell'agricoltura e della sicurezza alimentare e per celebrare il 10º anniversario dell'adozione del programma globale di sviluppo agricolo dell'Africa (CAADP).

Secondo forum Africa-UE della società civile, 23-25 ottobre 2013, Bruxelles (Belgio)

I rappresentanti di 32 organizzazioni africane e 36 organizzazioni europee della società civile si sono riuniti per elaborare idee per la valutazione dell'attuazione della strategia comune UE-Africa, assicurare la piena partecipazione della società civile al partenariato UE-Africa, valutare le esperienze passate e discutere il futuro del partenariato. I rappresentanti della società civile che hanno partecipato al forum hanno individuato una serie di proposte e raccomandazioni politiche da presentare al vertice UE-Africa nell'aprile 2014.

Ultima modifica 13.11.2014