Sostenere il futuro della Siria e della regione - conferenza di Bruxelles, 4-5.4.2017

Consiglio dell'UE
  • Consiglio dell'UE
  • 4-5.4.2017
  • Bruxelles

Punti salienti dell'ordine del giorno

Il 5 aprile 2017 l'Unione europea, la Germania, il Kuwait, la Norvegia, il Qatar, il Regno Unito e le Nazioni Unite presiederanno congiuntamente la conferenza di Bruxelles "Sostenere il futuro della Siria e della regione".

La conferenza, che si terrà a livello ministeriale, riunirà 70 paesi, organizzazioni internazionali e la società civile.

La conferenza cercherà di:

  • valutare in che misura la comunità internazionale rispetta, collettivamente, gli impegni assunti alla conferenza di Londra nel febbraio 2016 e concordare gli ulteriori sforzi
  • riconfermare gli impegni attuali e individuare ulteriori forme di sostegno da fornire ai siriani all'interno della Siria e nei paesi vicini, nonché alle rispettive comunità di accoglienza
  • sostenere una risoluzione politica duratura al conflitto siriano tramite un processo di transizione politica inclusivo e a guida siriana sotto l'egida delle Nazioni Unite
  • esaminare le prospettive di assistenza all'indomani dell'accordo una volta che sia saldamente avviata una transizione politica veramente inclusiva

 

Programma

4.4.2017 8:30

Sessione tematica - la situazione umanitaria all'interno della Siria: necessità, sfide e via da seguire

Luogo: Residence Palace

15:30

Sessione tematica - sostenere la resilienza dei paesi ospitanti e dei rifugiati nel contesto della crisi in Siria

Luogo: Residence Palace

5.4.2017 7:30

Arrivo delle delegazioni / dichiarazioni alla stampa

Luogo: Palazzo Europa

9:00

Dichiarazioni di apertura

10:15

Foto di famiglia

10:45

Sostenere il futuro della Siria

13:00

Conferenza stampa (orario da confermare)

14:30

Sostenere la regione e i rifugiati - l'attuazione degli impegni di Londra e la via da seguire

16:15

Siria - assistenza umanitaria e resilienza

18:00

Osservazioni conclusive

Partenze e dichiarazioni alla stampa

Ultima modifica 30.3.2017