Sostenere il futuro della Siria e della regione - Conferenza di Bruxelles, 4-5.4.2017

Consiglio dell'UE
  • Consiglio dell'UE
  • 4-5.4.2017
  • Bruxelles

Principali risultati

Il 5 aprile 2017 l'Unione europea, la Germania, il Kuwait, la Norvegia, il Qatar, il Regno Unito e le Nazioni Unite hanno presieduto congiuntamente la conferenza di Bruxelles "Sostenere il futuro della Siria e della regione".

"L'investimento in termini di lavoro politico a sostegno di una risoluzione della crisi è fondamentale per garantire un futuro di democrazia e libertà per la Siria e il suo popolo. Solo i siriani possono concludere l'accordo che garantirà la pace, ma l'impegno che oggi la comunità internazionale e la regione hanno assunto per sostenerli nel conseguire un futuro di pace è essenziale. Oggi abbiamo espresso con chiarezza che ottenere una pace sostenibile e inclusiva in Siria per i siriani rimane l'obiettivo di tutto il nostro lavoro comune."

Federica Mogherini, alto rappresentante per gli affari esteri e la politica di sicurezza

Il conflitto in Siria ha causato danni e sofferenze umane di enormi proporzioni. All'indomani degli attacchi a Khan Sheikhun la conferenza ha condannato l'uso di armi chimiche da parte del governo siriano e dell'ISIL/Daesh, accertato dal meccanismo investigativo congiunto ONU-OPCW, nonché gli attacchi avvenuti il giorno precedente. L'uso di armi chimiche, da parte di chiunque e in qualsiasi luogo, deve cessare immediatamente.

I copresidenti hanno adottato una dichiarazione comune, che comprende allegati specifici riguardanti il sostegno alla resilienza dei paesi di accoglienza e dei rifugiati nell'ambito della crisi siriana per la Giordania e il Libano.

I partecipanti hanno convenuto che, per rispondere alle enormi esigenze delle popolazioni in Siria e nei paesi vicini e per potenziare la resilienza delle comunità di accoglienza, occorrono approcci olistici e innovativi e un sostegno finanziario considerevole. La generosità dei partecipanti ha portato all'assunzione di impegni per un importo di 6 miliardi di dollari (5,6 miliardi di euro) per il 2017.

La conferenza, tenutasi a livello ministeriale, ha riunito 70 paesi, organizzazioni internazionali ed esponenti della società civile.

Il 4 aprile l'UE e i copresidenti hanno organizzato sessioni tematiche parallele insieme ad agenzie delle Nazioni Unite, altre organizzazioni internazionali e attori chiave delle ONG e della società civile, incentrate su vari aspetti del sostegno internazionale fornito in risposta alla crisi in Siria e nella regione.

8:30

Sessione tematica - La situazione umanitaria all'interno della Siria: esigenze, sfide e via da seguire

Luogo: Residence Palace

Discorso di apertura di Christos Stylianides, commissario europeo per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi.

15:30

Sessione tematica - Sostenere la resilienza dei paesi di accoglienza e dei rifugiati nell'ambito della crisi siriana

Luogo: Residence Palace

Discorso di chiusura di Johannes Hahn, commissario europeo per la politica europea di vicinato e i negoziati di allargamento.

7:30

Arrivo delle delegazioni / dichiarazioni alla stampa

Luogo: Palazzo Europa.

9:00

Sessione di apertura

Con dichiarazioni di:

  • António Guterres, Segretario generale delle Nazioni Unite
  • Federica Mogherini, alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza
  • Hani Al-Mulki (Giordania) e Saad Al-Hariri (Libano), primi ministri dei paesi vicini alla Siria
  • Sigmar Gabriel (Germania), sceicco Sabah Khalid Al Hamad Al Sabah (Kuwait), Børge Brende (Norvegia), sceicco Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani (Qatar), Boris Johnson (Regno Unito), ministri degli esteri degli altri copresidenti
10:15

Foto di famiglia

10:45

Sostenere il futuro della Siria

La sessione è stata presieduta dall'alto rappresentante dell'UE per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini.

13:45
14:20

Inaugurazione della mostra sulla ricostruzione del patrimonio culturale "Rising from destruction: Ebla, Nimrud, Palmyra"

Palazzo Justus Lipsius

14:30

Sostenere la regione e i rifugiati - L'attuazione degli impegni di Londra e la via da seguire

Intervento introduttivo e conclusivo di Johannes Hahn, commissario UE per la politica europea di vicinato e i negoziati di allargamento.
La sessione è stata copresieduta da Germania, Qatar e Regno Unito.

16:15

Siria - Assistenza umanitaria e resilienza

Intervento introduttivo e conclusivo di Christos Stylianides, commissario UE per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi.
La sessione è stata copresieduta da Norvegia e Kuwait

18:00

Osservazioni conclusive

Christos Stylianides, commissario europeo per gli aiuti umanitari e la gestione delle crisi

Ultima modifica 12.4.2017