Vertice UE-India, New Delhi, 6.10.2017

Vertice internazionale
  • Vertice internazionale
  • 6.10.2017

Il 6 ottobre 2017 l'India ha ospitato il 14º vertice UE-India a New Delhi. I leader hanno discusso di politica estera e di sicurezza, migrazione, commercio, clima, ricerca e innovazione.

Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, e Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, hanno rappresentato l'UE. L'India era rappresentata dal primo ministro Narendra Modi.

Il vertice ricorreva nel 55º anniversario dell'avvio delle relazioni diplomatiche fra l'UE e l'India.

"Sono felice che oggi abbiamo concordato di sviluppare ulteriormente la dimensione politica delle nostre relazioni, di sviluppare relazioni commerciali e di investimento dinamiche e di intensificare la cooperazione su questioni globali e regionali."

Il presidente Donald Tusk alla conferenza stampa del vertice UE-India

I leader hanno adottato una dichiarazione congiunta in cui ribadiscono l'impegno a rafforzare il partenariato strategico UE-India.

I leader di UE e India hanno inoltre adottato dichiarazioni congiunte su questioni specifiche:

Partenariato strategico

In sede di vertice i leader hanno ribadito l'impegno ad approfondire e rafforzare ulteriormente il partenariato strategico UE-India.

Hanno accolto con favore i progressi compiuti verso l'attuazione dell'Agenda per l'azione 2020 UE-India. Si tratta della tabella di marcia per la cooperazione bilaterale approvata in occasione del precedente vertice UE-India.

Sicurezza

I leader di UE e India hanno condannato fermamente i recenti attentati terroristici in tutto il mondo e hanno invitato la comunità internazionale a unirsi contro la minaccia terroristica.

I leader hanno adottato una dichiarazione congiunta sulla cooperazione in materia di lotta al terrorismo al fine di contrastare i combattenti terroristi stranieri, il finanziamento del terrorismo e la fornitura di armi.

L'UE e l'India hanno ribadito anche l'impegno a cooperare ulteriormente in materia di sicurezza marittima nell'Oceano Indiano e non solo. I leader hanno accolto con favore la ripresa delle esercitazioni tattiche nel Golfo di Aden tra l'operazione Atalanta della forza navale dell'UE e la marina indiana.

Politica estera

I leader hanno invitato a porre fine alle violenze contro la minoranza rohingya in Myanmar e a ripristinare senza indugio la pace nello Stato di Rakhine.

"La popolazione rohingya deve poter tornare volontariamente, in sicurezza e con dignità. Invochiamo l'attuazione delle raccomandazioni della Commissione consultiva internazionale sullo Stato di Rakhine al fine di affrontare le cause profonde della crisi."

Il presidente Donald Tusk alla conferenza stampa del vertice UE-India

Per quanto concerne la situazione della penisola coreana, entrambe le parti hanno condannato il test nucleare condotto dall'RPDC il 3 settembre 2017. L'UE e l'India hanno invocato la denuclearizzazione della penisola coreana e invitato l'intera comunità internazionale ad attuare pienamente tutte le sanzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

"L'Unione europea, l'India e l'intera comunità internazionale hanno la responsabilità di agire con determinazione ai fini di una denuclearizzazione pacifica della penisola coreana."

Il presidente Donald Tusk alla conferenza stampa del vertice UE-India

Relativamente alla questione nucleare iraniana l'India e l'UE hanno ribadito il loro sostegno alla prosecuzione della piena attuazione del piano d'azione congiunto globale (PACG).

In merito all'Ucraina i leader hanno sottolineato il loro fermo sostegno a favore di una soluzione diplomatica grazie alla piena attuazione da parte di tutti degli accordi di Minsk.

Sfide globali

I leader di UE e India hanno discusso della crisi migratoria e dei rifugiati mondiale e hanno convenuto di operare in stretto coordinamento.

"La comunità internazionale ha la responsabilità di prendere severi provvedimenti contro i trafficanti di esseri umani che sfruttano persone vulnerabili e violano le frontiere sovrane."

Il presidente Donald Tusk alla conferenza stampa del vertice UE-India

I leader hanno ribadito il loro sostegno al programma di riforma delle Nazioni Unite e il loro impegno a favore di una governance globale più forte.

In materia di cambiamenti climatici i leader hanno sottolineato il loro impegno a favore dell'accordo di Parigi e hanno concordato di intensificare la cooperazione per la sua attuazione. L'UE e l'India hanno adottato una dichiarazione congiunta sull'energia pulita e i cambiamenti climatici.

L'UE e l'India hanno ribadito anche l'impegno a collaborare su priorità comuni al fine di conseguire gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Commercio

I leader di UE e India hanno espresso il loro comune impegno a rafforzare il partenariato economico tra loro.

Hanno preso atto dei continui sforzi da ambo le parti per riprendere il dialogo finalizzato a rilanciare i negoziati per un accordo di ampia portata tra l'UE e l'India in materia di scambi e investimenti.

Per maggiori informazioni

Ultima modifica 9.10.2017