L'Unione dei mercati dei capitali è un'iniziativa dell'UE volta ad approfondire e integrare ulteriormente i mercati dei capitali dei 28 Stati membri dell'UE.

L'Unione dei mercati dei capitali è intesa a:

  • offrire nuove fonti di finanziamento alle imprese, soprattutto le piccole e medie imprese
  • ridurre il costo della raccolta di capitali
  • aumentare le opzioni per i risparmiatori in tutta l'UE
  • agevolare gli investimenti transfrontalieri ed attrare maggiori investimenti stranieri nell'UE
  • sostenere progetti a lungo termine
  • rendere il sistema finanziario dell'UE più stabile, resiliente e competitivo

Per raggiungere tali obiettivi, la Commissione europea ha proposto un piano d'azione che comprende una serie di misure per costruire gradualmente l'Unione dei mercati dei capitali che dovrà essere completata entro il 2019. La maggior parte delle azioni è incentrata sul trasferimento dell'intermediazione finanziaria verso i mercati dei capitali e sull'abbattimento delle barriere che ostacolano gli investimenti transfrontalieri.

Il piano d'azione comprende una gamma di strumenti, dagli atti giuridici dell'UE al sostegno per le iniziative promosse dall'industria. Il progetto sostiene e completa l'iniziativa "Un piano di investimenti per l'Europa", volta a rilanciare gli investimenti nell'UE.

Misure a breve termine nel quadro del piano d'azione:

  • pacchetto di due proposte legislative sulla cartolarizzazione
  • riesame delle norme esistenti sui prospetti
  • nuove norme sulla solvibilità II da applicare ai progetti di infrastrutture
  • consultazione sulle obbligazioni garantite
  • consultazione sul capitale di rischio e i fondi per l'imprenditoria sociale
  • invito a presentare contributi sull'effetto cumulativo delle attuali norme finanziarie

In sede di Consiglio

Il 10 novembre 2015 il Consiglio "Economia e finanza" ha accolto con favore il primo pacchetto di proposte legislative e iniziative della Commissione europea, pubblicato il 30 settembre 2015, e ha sottolineato la necessità di un'agenda ambiziosa a lungo termine. 

Il 16 giugno 2015 il Consiglio ha adottato conclusioni sull'Unione dei mercati dei capitali ed ha chiesto alla Commissione europea di proporre un piano d'azione e una tabella di marcia iniziale.

Prossime tappe

La Commissione riferirà periodicamente al Parlamento europeo e al Consiglio sui progressi compiuti nell'attuazione delle azioni proposte. Oltre alle relazioni annuali, la Commissione preparerà una relazione globale nel 2017, che fungerà da base per decidere su ogni misura aggiuntiva eventualmente necessaria.