La cooperazione dell'UE in materia di sicurezza e difesa

Consiglio dell'UE

Al vertice di Bratislava del settembre 2016 i 27 leader dell'UE decidono di dare nuovo slancio alla sicurezza esterna e alla difesa europee: in un contesto geopolitico complesso, la cooperazione dell'UE nel campo della sicurezza esterna e della difesa saranno rafforzate.

I leader si pongono come obiettivo il Consiglio europeo di dicembre per decidere su un piano di attuazione concreto in materia di sicurezza e difesa e sui modi per utilizzare al meglio le possibilità offerte dai trattati, in particolare per quanto riguarda le capacità, e decidono di avviare immediatamente l'attuazione della dichiarazione congiunta con la NATO.

Rispettando tale impegno, il Consiglio europeo discuterà nella riunione di dicembre un pacchetto in materia di sicurezza e difesa composto da tre elementi:

  • il piano di attuazione della strategia globale dell'UE in materia di sicurezza e difesa e le conclusioni del Consiglio sull'attuazione della strategia globale dell'UE nel settore della sicurezza e della difesa
  • le proposte volte a intensificare la cooperazione tra l'UE e la NATO, in attuazione della dichiarazione congiunta di Donald Tusk, presidente del Consiglio europeo, Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione europea, e Jens Stoltenberg, segretario generale della NATO, nei suoi 7 settori
  • il piano d'azione europeo in materia di difesa proposto dalla Commissione europea, per promuovere la ricerca e le capacità nonché la competitività attraverso un migliore funzionamento del mercato interno

2017

24 marzo 2017

Cooperazione UE-NATO: riunione informale tra il comitato politico e di sicurezza e il Consiglio del Nord Atlantico

Il comitato politico e di sicurezza (CPS) e il Consiglio del Nord Atlantico (NAC) si incontrano per discutere di cooperazione UE-NATO, in particolare dell'attuazione della dichiarazione congiunta sottoscritta a Varsavia dal presidente del Consiglio europeo, dal presidente della Commissione europea e dal segretario generale della NATO nel luglio 2016, che si concretizza nell'insieme comune di proposte approvate nel dicembre 2016 dai Consigli delle due organizzazioni.

Sia l'ambasciatore dell'UE sia quello della NATO danno voce alla forte volontà di far progredire il partenariato UE-NATO, ponendo l'accento sulla cooperazione concreta e pratica.

2016

15 dicembre

Il Consiglio europeo sottolinea la necessità di rafforzare la sicurezza e la difesa dell'Europa

Il Consiglio europeo ribadisce il proprio impegno a favore della strategia di sicurezza interna dell'Unione europea 2015-2020. Affronta il rafforzamento della cooperazione dell'UE nel campo della sicurezza esterna e della difesa e si concentra su tre priorità:

  • la strategia globale dell'UE nel settore della sicurezza e della difesa
  • il piano d'azione europeo in materia di difesa
  • l'attuazione dell'insieme comune di proposte che fanno seguito alla dichiarazione congiunta UE-NATO firmata a Varsavia nel luglio 2016

6 dicembre

Insieme comune di proposte volte ad attuare la dichiarazione congiunta UE-NATO

Il Consiglio adotta conclusioni sull'attuazione della dichiarazione congiunta UE-NATO, approvando 40 proposte in 7 settori. Le proposte sono approvate lo stesso giorno dal Consiglio Nord Atlantico.

30 novembre

La Commissione europea presenta il piano d'azione europeo in materia di difesa

Il Fondo europeo per la difesa e altre azioni mirano a sostenere una spesa più efficace degli Stati membri nelle capacità comuni di difesa, a rafforzare la sicurezza dei cittadini europei e a promuovere una base industriale competitiva e innovativa.

14 novembre

Piano di attuazione in materia di sicurezza e difesa

I ministri degli esteri e della difesa dell'UE discutono il piano di attuazione in materia di sicurezza e difesa nel quadro della strategia globale dell'Unione e definiscono il livello di ambizione e i passi da intraprendere per il futuro sviluppo della politica di sicurezza e di difesa dell'UE.

8 luglio

Firma della dichiarazione congiunta UE-NATO

In occasione del vertice NATO di Varsavia, il presidente del Consiglio europeo, il presidente della Commissione europea e il segretario generale della NATO firmano una dichiarazione congiunta sulla cooperazione UE-NATO.

La dichiarazione mira a rafforzare ulteriormente la cooperazione UE-NATO in un periodo di sfide senza precedenti per la sicurezza provenienti da Est e da Sud.

28 giugno

Presentazione della strategia globale dell'Unione europea

L'alto rappresentante Federica Mogherini presenta la strategia globale dell'UE in materia di politica estera e di sicurezza ai leader dell'UE riuniti a Bruxelles in occasione del vertice UE.

L'alto rappresentante è incaricato di preparare la nuova strategia entro il Consiglio europeo del giugno 2015. La strategia, intitolata "Visione condivisa, azione comune: un'Europa più forte", rispecchia le opinioni collettive espresse nel corso dei lavori e offre una visione strategica del ruolo globale dell'UE. In questi tempi difficili, sia per l'Europa sia a livello globale, la strategia evidenzia un terreno comune e presenta una via da seguire.

2013

20 dicembre

Fissate le azioni prioritarie per la difesa

Per la prima volta dall'entrata in vigore del trattato di Lisbona, il Consiglio europeo discute di difesa e individua le azioni prioritarie per una cooperazione più forte:

  • aumentare l'efficacia, la visibilità e l'impatto della politica di sicurezza e di difesa comune
  • potenziare lo sviluppo delle capacità
  • rafforzare l'industria europea della difesa

2009

1º dicembre

Il trattato di Lisbona entra in vigore. La PSDC succede alla PESD

Il trattato di Lisbona, firmato nel 2007, entra in vigore e ridenomina la PESD "politica di sicurezza e di difesa comune" (PSDC). Prevede la creazione del servizio europeo per l'azione esterna. Le delegazioni della Commissione nei paesi extra UE diventano delegazioni dell'UE.

2004

12 luglio

Creazione dell'Agenzia europea per la difesa

L'Agenzia europea per la difesa è istituita per aiutare gli Stati membri e il Consiglio europeo a migliorare le capacità di difesa europee nel settore della gestione delle crisi e per sostenere la PSDC.

2003

12-13 dicembre

Adottata la strategia europea in materia di sicurezza

Il vertice di Bruxelles adotta una strategia europea in materia di sicurezza. Scopo del documento è realizzare un'Europa sicura in un mondo migliore, individuare le minacce cui è confrontata l'UE, definirne gli obiettivi strategici e determinare le implicazioni politiche per l'Europa.

2002

16 dicembre

Firma degli accordi "Berlin Plus"

Sono firmati gli accordi "Berlin Plus", che consentono di utilizzare le strutture, i meccanismi e i mezzi della NATO per effettuare le missioni PESD.

1999

3-4 giugno

Avvio della politica di sicurezza e di difesa comune (PSDC)

Al Consiglio europeo di Colonia l'UE a 15 decide di rafforzare la politica estera e di sicurezza comune.

1991

9-10 dicembre

Poste le basi di una politica estera e di sicurezza comune

Il Consiglio europeo di Maastricht getta le basi di un'Unione politica con la creazione di una politica estera e di sicurezza comune (PESC) e l'avvio di una politica di difesa comune, come secondo pilastro del trattato di Maastricht.

Il testo è firmato nel febbraio 1992 ed entra in vigore nel novembre 1993.