Obiettivi principali:

  • contribuire ad assicurare convergenza e stabilità nell'UE 
  • contribuire ad assicurare finanze pubbliche sane
  • promuovere la crescita economica 
  • prevenire squilibri macroeconomici eccessivi nell'UE
  • attuare la strategia Europa 2020

Il semestre europeo è un ciclo di coordinamento delle politiche economiche e di bilancio nell'ambito dell'UE. Rientra nel quadro della governance economica dell'Unione europea.

Si concentra sul periodo di sei mesi dall'inizio di ogni anno; per questo si chiama "semestre".

Durante il semestre europeo gli Stati membri allineano le rispettive politiche economiche e di bilancio agli obiettivi e alle norme convenuti a livello dell'UE. 

Quali politiche sono oggetto di coordinamento durante il semestre europeo?

Il semestre europeo si articola intorno a tre nuclei di coordinamento della politica economica:

  • riforme strutturali, con un accento sulla promozione della crescita e dell'occupazione in linea con la strategia Europa 2020
  • politiche di bilancio, con l'obiettivo di garantire la sostenibilità delle finanze pubbliche  in linea con il patto di stabilità e crescita
  • prevenzione degli squilibri macroeconomici eccessivi

Perché si è creato il semestre europeo?

La recente crisi economica ha dimostrato la necessità di una più forte governance economica e di un migliore coordinamento delle politiche tra gli Stati membri dell'UE.

In un'Unione di economie altamente integrate, un coordinamento rafforzato delle politiche può aiutare a evitare discrepanze e contribuire a garantire convergenza e stabilità nell'UE nel suo complesso e nei suoi Stati membri.

Le procedure di coordinamento delle politiche economiche esistenti fino al 2010 venivano svolte in autonomia una dall'altra.

Gli Stati membri hanno pertanto avvertito la necessità di sincronizzare i calendari di queste procedure al fine di razionalizzare il processo e allineare meglio gli obiettivi delle politiche nazionali in materia di bilancio, crescita ed occupazione, tenendo conto nel contempo degli obiettivi che si sono dati a livello di UE.

Inoltre, si è imposta la necessità di estendere la sorveglianza e il coordinamento a politiche macroeconomiche più ampie.

Per tali ragioni, e nel quadro di una più ampia riforma della governance economica dell'UE, il Consiglio europeo ha deciso di istituire il semestre europeo nel 2010. La base giuridica del processo è il cosiddetto "six-pack" - sei atti legislativi che hanno riformato il patto di stabilità e crescita. Il primo ciclo del semestre europeo si è svolto nel 2011.