Per poter aderire alla zona euro, gli Stati membri dell'UE devono soddisfare i cosiddetti "criteri di convergenza", ovvero condizioni economiche e giuridiche concordate nel trattato di Maastricht nel 1992, noti anche come "criteri di Maastricht". 

La decisione finale relativa all'adesione di un paese dell'UE alla zona euro è presa dal Consiglio dell'UE, sulla base di una proposta della Commissione e a seguito di consultazioni con il Parlamento europeo.  

Tutti gli Stati membri dell'UE si sono impegnati ad introdurre l'euro tranne Danimarca e Regno Unito, che ai sensi dei trattati UE dispongono delle cosiddette "clausole di non partecipazione", in virtù delle quali sono esentati dall'adozione dell'euro. Se lo desiderano, questi 2 paesi possono tuttavia chiedere di aderire alla zona euro.

Attualmente la zona euro comprende 19 Stati membri: Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia e Spagna.

Dati essenziali sull'euro

  • l'euro è attualmente la moneta di 19 Stati membri ed è utilizzato da circa 337,5 milioni di cittadini dell'UE
  • l'euro è stato introdotto come valuta di conto in 11 Stati membri il 1° gennaio 1999
  • le banconote e le monete metalliche in euro hanno iniziato a circolare il 1° gennaio 2002