Firmato l'accordo di stabilizzazione e di associazione (ASA) tra l'Unione europea e il Kosovo

Consiglio dell'UE
  • 27.10.2015
  • 14:00
  • Comunicato stampa
  • 762/15
  • Affari esteri e relazioni internazionali
27.10.2015
Contatti stampa

Maja Kocijančič
Portavoce del SEAE
+32 22986570
+32 498984425

Oggi a Strasburgo è stato firmato un accordo di stabilizzazione e di associazione (ASA) tra l'Unione europea e il Kosovo. Federica Mogherini, alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, e Johannes Hahn, commissario per la politica europea di vicinato e i negoziati di allargamento, lo hanno firmato a nome dell'UE, mentre per il Kosovo l'accordo è stato firmato dal primo ministro Isa Mustafa e dal ministro per l'integrazione europea e capo negoziatore Bekim Çollaku.

"L'accordo avvia una nuova fase nelle relazioni tra l'UE e il Kosovo. Rappresenta un importante contributo alla stabilità e alla prosperità in Kosovo e nella regione nel suo insieme. Attendo con impazienza che entri in vigore", ha affermato l'alto rappresentante Mogherini in occasione della firma.

"L'accordo rappresenta una pietra miliare nelle relazioni tra l'UE e il Kosovo. Aiuterà il Kosovo a intraprendere riforme estremamente necessarie e genererà opportunità di scambi e investimenti. Metterà il Kosovo nelle condizioni di avere una crescita economica sostenibile e potrà creare l'occupazione fortemente necessaria per i suoi cittadini, in particolare i giovani", ha aggiunto il commissario Hahn.

L'ASA è stato negoziato tra l'ottobre 2013 e il maggio 2014, è stato siglato nel luglio 2014 e il Consiglio dell'UE ne ha approvato la firma il 22 ottobre 2015. In seguito all'approvazione del Parlamento europeo, l'ASA dovrebbe entrare in vigore nel primo semestre del prossimo anno.

Una volta in vigore, l'ASA istituirà un rapporto contrattuale che implica diritti e obblighi reciproci e contempla un'ampia gamma di settori. L'ASA si concentra sul rispetto dei principi democratici fondamentali e degli elementi essenziali che stanno alla base del mercato unico dell'UE. L'ASA istituirà uno spazio che consentirà il libero scambio e l'applicazione delle norme europee in altri settori, come la concorrenza, gli aiuti di Stato e la proprietà intellettuale. Agevolerà inoltre l'attuazione delle riforme volte al conseguimento dell'adozione delle norme europee da parte del Kosovo. Altre disposizioni riguardano il dialogo politico e la cooperazione in un'ampia gamma di settori, che spaziano dall'istruzione all'occupazione e all'energia, dall'ambiente alla giustizia e agli affari interni. 

L'Unione europea continuerà a sostenere i progressi del Kosovo lungo il suo percorso europeo mediante il processo di stabilizzazione e di associazione, la politica messa a punto dall'UE per promuovere la cooperazione con i paesi dei Balcani occidentali, nonché la cooperazione regionale. Gli accordi di stabilizzazione e associazione sono una componente centrale di questo processo. Al fine di sostenere le riforme necessarie, l'UE mette a disposizione dei Balcani occidentali e della Turchia l'assistenza preadesione, per un importo pari a circa 11,7 miliardi di EUR nel periodo 2014-2020, di cui 645,5 milioni di EUR destinati al Kosovo.

Kosovo*

I riferimenti al Kosovo non pregiudicano le posizioni riguardo allo status. Sono in linea con la risoluzione 1244/99 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e con il parere della Corte internazionale di giustizia sulla dichiarazione di indipendenza del Kosovo.