Lettera d'invito ai capi di Stato o di governo dell'UE in vista della riunione per il 60º anniversario dei trattati di Roma

Consiglio europeo
  • 15.3.2017
  • 16:00
  • Comunicato stampa
  • 137/17
  • Affari istituzionali
15.3.2017
Contatti stampa

Preben Aamann
Portavoce del presidente del Consiglio europeo
+32 22815150
+32 476850543

Il prossimo 25 marzo celebreremo i 60 anni dalla firma dei trattati di Roma. In quella giornata, abbiamo concordato di celebrare insieme l'inizio di un lungo cammino, nello stesso luogo – la Sala Orazi e Curiazi del Campidoglio - in cui nel 1957 i trattati furono firmati. In quell'occasione avremo modo di compiere una riflessione sullo stato dell'Unione europea e sul futuro del processo di integrazione.

La celebrazione si svolgerà nella mattinata con una sessione in cui converranno i capi di Stato o di governo dell'UE, i presidenti del Parlamento europeo, del Consiglio europeo e della Commissione europea e rappresentanti delle istituzioni.

Sarà anzitutto l'occasione per celebrare insieme la nostra Storia e tracciare un bilancio di sessant'anni di integrazione. Non ci nascondiamo che il momento storico al quale siamo confrontati esige una riflessione più profonda e concreta sulle sfide che l'Unione è chiamata a raccogliere a breve e a medio termine: ci riferiamo alla sicurezza interna ed esterna (con particolare riguardo alla migrazione), ai temi della crescita e dell'occupazione e allo sviluppo sociale. Al termine della sessione celebrativa, intendiamo adottare una dichiarazione politica che riaffermi la validità del progetto di integrazione europea, presentando collettivamente una visione per gli anni a venire.

Proseguiremo all'aperto per la foto di famiglia. A seguire, i vertici delle istituzioni avranno il consueto incontro con la stampa.

Ci si trasferirà dunque al Palazzo del Quirinale per una colazione ospitata dal Capo dello Stato, Presidente Mattarella. Nel corso della colazione avremo l'opportunità di ascoltare una sua allocuzione e di scambiare opinioni sul processo che auspicabilmente riprenderà da Roma il 25 marzo.

Ci rallegriamo della prospettiva di incontrarvi a Roma il 25 marzo.