Osservazioni del presidente Donald Tusk a seguito delle riunioni del Consiglio europeo del 22 e 23 giugno 2017

Consiglio europeo
  • 23.6.2017
  • 15:30
  • Dichiarazione e osservazioni
  • 409/17
  • Brexit
  • Commercio internazionale e dogane
  • Affari interni
  • Occupazione
  • Economia e finanza
23.6.2017
Contatti stampa

Preben Aamann
Portavoce del presidente del Consiglio europeo
+32 22815150
+32 476850543

Ieri sera i leader hanno adottato tre decisioni importanti. Prima di tutto abbiamo concordato di prorogare di altri sei mesi le sanzioni nei confronti della Russia. In secondo luogo, l'Europa continuerà ad adoperarsi per attuare l'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, in cooperazione con i nostri partner internazionali. Infine, i leader dell'UE a 27 hanno concordato la procedura per il trasferimento delle due agenzie dell'UE con sede nel Regno Unito. Ciò permetterà ai ministri di adottare una decisione definitiva tramite votazione a novembre. Il rapido accordo in materia è un'ulteriore conferma della nostra unità e della nostra determinazione a ridurre l'incertezza causata dalla Brexit.

Il primo ministro May ci ha inoltre comunicato che lunedì presenterà la sua proposta sui diritti dei cittadini dell'UE nel Regno Unito. Per l'UE a 27 i diritti dei cittadini sono la priorità assoluta e abbiamo espresso chiaramente la nostra posizione in merito. Vogliamo garantire pieni diritti ai cittadini dell'UE e del Regno Unito dopo la Brexit. La mia prima impressione è che l'offerta del Regno Unito non raggiunga le nostre aspettative e rischi di peggiorare la situazione dei cittadini. Ma spetterà alla nostra squadra di negoziato analizzare l'offerta riga per riga, dopo che l'avremo ricevuta per iscritto.

In realtà pochissimo tempo di questo Consiglio europeo è stato dedicato alla Brexit. Nelle nostre discussioni abbiamo principalmente affrontato le preoccupazioni dei cittadini in materia di sicurezza, migrazione irregolare e globalizzazione incontrollata.

Questa mattina abbiamo avuto un incontro con il presidente della BCE Draghi, che ha confermato il miglioramento della situazione nell'UE. Si registra una rinnovata speranza nei confronti del progetto europeo, con effetti positivi sulla nostra economia. Questa fiducia si traduce in una forte crescita, maggiori consumi e investimenti e soprattutto una crescita dell'occupazione. In effetti abbiamo il più elevato numero di posti di lavoro mai registrato. Volevo condividere con voi questa valutazione ottimistica del presidente Draghi, perché da molti anni non sentivamo notizie così positive.

I leader hanno anche discusso a lungo del commercio e dell'equilibrio tra apertura e protezione. L'Europa è e continuerà a essere aperta alle attività imprenditoriali. Ma abbiamo convenuto che l'Europa ha bisogno di proteggere meglio i cittadini dalle pratiche commerciali sleali, ad esempio introducendo una maggiore reciprocità. Abbiamo concordato che la Commissione analizzerà gli investimenti provenienti da paesi terzi nei settori strategici.

Oggi i leader hanno discusso della Libia e della rotta del Mediterraneo centrale, in cui la situazione rimane critica per quanto concerne gli arrivi irregolari di migranti. Anche se è vero che si stanno adottando molte delle misure adeguate, l'unico risultato che per noi conta davvero è porre fine una volta per tutte a questa tragica situazione. I leader hanno convenuto che nelle prossime settimane tutti intensificheranno i lavori per coordinare meglio i nostri sforzi e fornire maggiore sostegno all'Italia.

Infine, desidero ringraziare caldamente Joseph Muscat e la sua squadra per la grande efficienza della presidenza maltese. Joseph, apprezzo molto l'impegno con cui avete lavorato. So bene che la consuetudine impone di dire parole di circostanza, ma credetemi: è stata davvero una delle migliori esperienze della mia vita professionale. Grazie dell'aiuto nel preparare i negoziati sulla Brexit, di aver contribuito ai progressi sull'agenda relativa alla sicurezza interna e in materia di migrazione, e anche di aver seguito il processo di eliminazione definitiva dei costi di roaming. Davvero, Joseph, ti meriti tutti gli elogi che ricevi. Grazie!