Maggiore efficienza energetica: garantire progressi verso gli obiettivi dell'UE in materia di clima ed energia

Consiglio dell'UE
  • 26.6.2017
  • 19:10
  • Comunicato stampa
  • 415/17
  • Ambiente
  • Energia
26.6.2017
Contatti stampa

Helena Gomes
Addetto stampa
+32 22817040
+32 479955079

Il Consiglio ha approvato oggi la sua posizione sulla proposta di revisione della direttiva sull'efficienza energetica, consentendo in tal modo di avviare negoziati con il Parlamento europeo durante la presidenza estone.

Il principale obiettivo perseguito dalla proposta di direttiva è migliorare le disposizioni esistenti ed aumentare l'efficienza energetica al fine di garantire il conseguimento degli obiettivi principali dell'Unione europea per il 2020 e degli obiettivi dell'Unione in materia di clima ed energia per il 2030.

L'efficienza energetica è considerata una fonte di energia a sé stante. Il miglioramento dell'efficienza energetica andrà a beneficio dell'ambiente, ridurrà le emissioni di gas a effetto serra, renderà più sicuro l'approvvigionamento energetico, diminuirà i costi energetici a carico delle famiglie e delle imprese, concorrerà ad alleviare la precarietà energetica e contribuirà alla crescita e all'occupazione.

I principali elementi della direttiva riveduta sono i seguenti:

  • obiettivo complessivo di efficienza energetica dell'UE del 30%
  • un obbligo di risparmio energetico dell'1,5%, con una riduzione all'1,0% per il periodo 2026-2030, a meno che la revisione intermedia del 2024 giunga alla conclusione che l'UE non è a buon punto nella realizzazione dei suoi obiettivi
  • azioni individuali a lungo termine che possono essere contabilizzate ai fini dell'obbligo di risparmio energetico
  • misure alternative riconosciute come equivalenti a regimi obbligatori di efficienza energetica
  • possibilità di contabilizzare in parte l'energia rinnovabile generata in loco nel calcolo dei risparmi da realizzare nel periodo 2020-2030
  • obbligo di tenere conto della precarietà energetica in caso di elaborazione di nuove misure
  • miglioramento delle disposizioni in materia di misurazione e fatturazione nell'interesse degli utenti finali del riscaldamento e del raffreddamento

"Siamo estremamente soddisfatti di essere stati in grado di raggiungere un accordo su questo importante atto legislativo, che costituiva una priorità della nostra presidenza. L’efficienza energetica è un elemento cruciale per la riuscita della transizione energetica dell’Europa. Ci consentirà di portare avanti l’attuazione del pacchetto energia pulita."

Joe Mizzi, ministro maltese dell'energia e delle risorse idriche

Informazioni generali

La proposta della Commissione sull’efficienza energetica aggiorna l'attuale direttiva 2012/27/UE ed è stata presentata dalla Commissione nel novembre 2016. È parte dell'ampio pacchetto energia pulita, lo strumento di attuazione della strategia dell’Unione dell’energia.

L'obiettivo generale della strategia è progredire verso la decarbonizzazione dell'economia dell'UE entro il 2030 e oltre, rafforzando al tempo stesso la crescita economica, la tutela dei consumatori, l'innovazione e la competitività.

Le conclusioni del Consiglio europeo dell'ottobre 2014 hanno fissato come obiettivo indicativo un aumento dell'efficienza energetica a livello dell'Unione nel 2030 pari ad almeno il 27%. Questo obiettivo dovrebbe essere riesaminato entro il 2020 tenendo presente un livello UE del 30%.