Questo sito utilizza i cookie per migliorarne la consultazione. Come usiamo i cookie e come modificare le proprie impostazioni.

Consiglio "Affari esteri"

Il Consiglio "Affari esteri" è responsabile dell'azione esterna dell'UE, in un ambito che spazia dalla politica estera e la difesa al commercio e la cooperazione allo sviluppo, fino agli aiuti umanitari.

Definisce e attua la politica estera e di sicurezza comune dell'UE sulla scorta degli orientamenti definiti dal Consiglio europeo.

Il Consiglio, assieme all'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza, assicura l'unità, la coerenza e l'efficacia dell'azione esterna dell'Unione.

L'alto rappresentante e gli Stati membri possono presentare al Consiglio proposte in materia di politica estera e di sicurezza comune.

 

Di quali settori politici si occupa la formazione del Consiglio "Affari esteri"?

Il Consiglio "Affari esteri" si occupa dei seguenti settori dell'azione esterna dell'Unione europea, in particolare:

 

La politica estera dell'Unione è intesa a promuovere i valori e gli interessi dell'UE e la tutela dei suoi cittadini. In particolare, l'UE mira a contribuire:

  • alla pace e alla sicurezza;
  • allo sviluppo sostenibile;
  • alla solidarietà e al rispetto reciproco tra i popoli;
  • al commercio libero ed equo;
  • all'eliminazione della povertà;
  • alla tutela dei diritti dell'uomo, in particolare quelli dei bambini; ed infine
  • alla rigorosa osservanza del diritto internazionale.


Come funziona la formazione del Consiglio "Affari esteri"?

I ministri degli esteri degli Stati membri dell'UE si riuniscono una volta al mese in seno al Consiglio "Affari esteri". A seconda dell'ordine del giorno, il Consiglio "Affari esteri" riunisce anche:

  • i ministri della difesa (Politica di sicurezza e di difesa comune - PSDC)
  • i ministri dello sviluppo (cooperazione allo sviluppo)
  • i ministri del commercio (politica commerciale comune).

 

Le sessioni del Consiglio "Affari esteri" sono presiedute dall'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza. L'alto rappresentante è assistito dal Servizio europeo per l'azione esterna (SEAE) e dal Segretariato generale del Consiglio (SGC).